Lingua italiana e innovazione digitale

Destinatari

Scuole secondarie di I e II grado

Modalità

In presenza presso Future Education Modena, Via Ramazzini, 9

Concept

Le attività proposte introducono - attraverso laboratori pratici e l’utilizzo di strumenti digitali - diversi approcci all’analisi linguistica e comprensione del testo. Lo scopo è rafforzare la consapevolezza dei meccanismi che governano la lingua e migliorare le competenze di analisi critica in riferimento agli scenari proposti.

Laboratori

Al giorno d’oggi, ci troviamo spesso di fronte a fonti di bassa qualità e fake news a causa della sovrabbondanza di informazioni disponibili, sia online che offline. La disinformazione, intesa come la circolazione di notizie false create per influenzare la percezione dell’opinione pubblica, è un fenomeno sempre più diffuso. Come imparare, quindi, a valutare in maniera critica l’attendibilità e veridicità di ciò che stiamo leggendo?

 

Durante il laboratorio, gli studenti saranno guidati alla valutazione di una notizia attraverso l’analisi del titolo, del testo e di immagini e video ad essa correlati. In particolare, scopriremo i titoli clickbait, esaminando le caratteristiche che li rendono degli efficaci “acchiappa-visualizzazioni”. Introdurremo poi il concetto di evidenzialità e, tramite la strategia dell’annotazione sulla piattaforma Linda, individueremo le spie linguistiche che ci permettono di valutare la veridicità di un articolo. Infine, gli studenti utilizzeranno gli strumenti e i metodi del fact checking per valutare l’accuratezza delle informazioni pubblicate online e dei contenuti multimediali che le accompagnano.

Il laboratorio mira a rafforzare le competenze di lettura e produzione argomentativa attraverso un innovativo approccio metodologico, che coinvolge i partecipanti in una riflessione più ampia sulle scelte comunicative che spingono i parlanti ad usare la persuasione e ad esprimere le proprie tesi ed opinioni.

 

Il laboratorio si concentra inizialmente su aspetti teorici dell’argomentazione (cosa vuol dire argomentare?), interpersonali (chi argomenta? chi è l’interlocutore?), e funzionali (a che scopo si argomenta?), cercando di far riflettere le classi tramite domande, poll e lavori di gruppo. Nella fase successiva, si passa alla progettazione e realizzazione di un dibattito per sviluppare abilità argomentative, stimolare il pensiero critico e promuovere il lavoro di squadra.

 

Durante il laboratorio, potranno essere usate diverse piattaforme come Kialo, che permette una visualizzazione grafica degli snodi della discussione e di controllarne il rigore logico

Comunicare significa scambiare informazioni, conoscenze, bisogni, atteggiamenti, emozioni. Spesso si considera la comunicazione come un’attività unicamente verbale, senza considerare che non comunichiamo soltanto con le parole. Basti pensare alla comunicazione non verbale (gesti, espressioni) o alle immagini (fotografie, fumetti, film).

 

Il laboratorio si propone di introdurre agli studenti la Media Analysis, un approccio che consiste nell’osservazione e nell’analisi di prodotti mediali. Si tratta di un modo per decostruire dei contenuti al fine di comprenderne il significato, il funzionamento e i meccanismi sottostanti.

 

Gli studenti saranno guidati nell’analisi di video e immagini di vario tipo (pubblicità, locandine, copertine, meme, etc.) per imparare ad approcciare con sguardo critico i contenuti a cui sono esposti quotidianamente sui social network. Infine, le classi rifletteranno sulla rilevanza del contesto in cui i messaggi sono inseriti, al fine di valutarne l’importanza e comprenderne a fondo il significato.

Durata

3 ore

Prezzo

Gratuito per le prime 6 classi, a seguire: 120 euro (a laboratorio)

Contatti

Beatrice Modenesetel. 059/4721040 orari segreteria didattica lun-ven 10-12/14-16Mail: academy@fem.digital